CLASSY Wines è lieta di accogliere la denominazione Barbaresco DOCG e il favoloso territorio di Barbaresco con Azienda Agricola Quazzolo.

Alcuni luoghi nel corso dei secoli hanno espresso una sinergia perfetta tra vitigno e “terroir” e sono diventati per questo mitici, meta di pellegrinaggi vinicoli da ogni parte del mondo: Barbaresco è uno di questi. La zona di origine del Barbaresco, a pochi km dalla città di Alba, è ben definita in 4 Comuni: Barbaresco, Neive, Treiso e San Rocco.


Sui ripidi pendii delle colline, letteralmente coperte di vigneti, si coltivano tre principali varietà: Nebbiolo, Dolcetto e Barbera; 700 ettari circa a Nebbiolo per un totale di 4 milioni di bottiglie annue.
Il Nebbiolo è sempre piantato nelle posizioni migliori dove il terreno, l’esposizione ed il lavoro dell’uomo, in sinergia quasi mitica, creano la magia del Barbaresco. Il Barbaresco è prodotto con uva 100% Nebbiolo, coltivata da secoli in Piemonte.

Le prime testimonianze scritte risalgono al XIV secolo quando era chiamato “nebiul”; sulle colline della Bassa Langa ha trovato dimora ideale. Vitigno a maturazione tardiva, molto sensibile anche a piccole variazioni di composizione del suolo e del clima, il Nebbiolo offre vini di grande complessità e personalità.

L’Azienda Agricola Quazzolo nasce nel 1958 con Michele, originario del cru Ovello di Barbaresco e nonno dell’attuale proprietario. La profonda convinzione nelle grandi potenzialità del Barbaresco hanno garantito a Michele l’energia per dar vita alle prime bottiglie. Nel 1992 il figlio Carlo prende le redini dell’azienda di famiglia, curando con passione vigne e vini. A partire dal 2012 la gestione passa nelle mani di Danilo Quazzolo, l’anima rock e la terza generazione della famiglia, che ha rinnovato l’Azienda, pur mantenendo uno stretto legame con la tradizione.

Danilo non solo si divide tra la vigna e la cantina, ma è anche curatore dell’immagine aziendale e delle etichette dei suoi vini che crea e disegna personalmente grazie ad una naturale predisposizione artistica.

L’amore per l’Arte, gli studi accademici e i lunghi viaggi all’estero hanno sublimato il legame con la famiglia di origine ed il rispetto per il territorio, tanto da indurlo a riprendere il progetto del nonno fondatore e a fare dei suoi Vini autentiche espressioni di eccellenza. La cantina, circondata dai suoi stessi vigneti di proprietà, è unica, come gli assaggi del Dolcetto d’Alba, della Barbera d’Alba del Nebbiolo d’Alba e del Barbaresco saranno sempre proposti in tempi e modi diversi.
La produzione annua totale è di circa 11.000 bottiglie, di cui 5.000 di Barbaresco DOCG in tutte le sue versioni.